martedì 15 gennaio 2013

New Year

E' passato parecchio tempo dal post precedente, per cui cercherò di riassumere brevemente gli eventi dell'ultimo mese.
Eravamo rimasti ai miei primi giorni a Kitimat, con abbondanti nevicate. Dal punto di vista lavorativo sono stati 10 giorni tranquilli, come spesso accade prima di Natale. Ho avuto così la possibilità di entrare agevolmente nelle dinamiche dell'ufficio, capire gli standard che vengono utilizzati e avere spazio e tempo per fare domande (che comunque ancora non sono finite, ma che stanno comunque diminuendo).

Nevicata a Kitimat
Sabato 22 sono volato a Vancouver per il Natale: è stata una settimana ricca di eventi e cene. Si è iniziato il 23 sera, con la cena dell'ormai famoso "Diario da Vancouver", quindi il 25 dicembre il classico pranzo di Natale, preparato da me, per 13 persone da tutto il mondo. C'erano brasiliani, coreani, giapponesi e ovviamente italiani. Finito il pranzo alle 5.30, in pieno stile italiano, era già ora di incominciare la cena dai parenti canadesi, mentre il 26 un'altra cena da altri parenti.

Finiti i pranzi e le cene di Natale si è passati a incontrarsi con un po' di amici a Vancouver: un po' di pattinaggio su ghiaccio a Downtown, una doverosa birretta al Ceili's e un altrettanto doverosa puntatina al cinema per vedere Django Unchained (che già che ci siamo, conisglio vivamente di andare a vedere). L'ultima sera sono finalmente andato a cena a The Fray, su Fraser Street. Se siete a Vancouver e volete passare una serata divertente è il posto ideale. Si mangiano hamburger, accompagnati da ottima birra, ma la cosa più bella è l'enorme scelta di giochi di società con cui passare la serata dopo aver mangiato. Merita sicuramente una sosta per passare una serata diversa in compagnia di amici.

Mount Elizabeth (Kitimat, BC)
Il 31 pomeriggio sono ritornato a Kitimat, giusto in tempo per partecipare al cenone di Capodanno via skype. Ho fatto la scelta di rientrare il 31 per riposare l'1 ed essere al 100% per il rientro al lavoro il 2; peccato che di lavoro non c'era praticamente traccia e avrei potuto benissimo rientrare l'1. Ma ormai è il passato ed è stato comunque divertente passare il capodanno in compagnia, anche se solo virtuale.





Dalla scorsa settimana, invece, il lavoro è ripreso alla grande e sono rari i tempi morti in ufficio. La complessità del progetto su cui lavoriamo, ancora mi impedisce di essere autonomo nelle cose da fare, ma spero a breve di riuscire a muovermi con più libertà, così da essere anche più produttivo.

Nel frattempo, mercoledì 9, mi sono patentato, di nuovo. La patente italiana, infatti, è valida solo 3 mesi se si entra in Canada come lavoratori. Ho dovuto quindi rifare il test di teoria, che ho fatto in dicembre, e il 9 ho fatto l'esame di guida. Niente di difficile, se non per le cattive abitudini prese e l'assurdo shoulder-check che viene richiesto in Canada, ovvero una torsione del collo per vedere se c'è qualcuno negli angoli ciechi della macchina, distogliendo completamente lo sguardo dalla strada davanti a noi. Presa la patente, venerdì mi hanno dato la macchina per il weekend. Più che una macchina è un mostro: un Dodge RAM 1500, 5.7 benzina a trazione posteriore (o 4x4 girando il manettino). Veramente un piacere da guidare. Guidare sulle Highway canadesi è bellissimo: in mezzo alle montagne e ai boschi innevati, poco traffico, però tra un paese (Kitimat) e quello dopo (Terrace) ci sono 55km. E sono pure vicini, perchè quello dopo Terrace è Smithers e sono 204km di nulla.

Così sabato sono andato per la prima volta a Terrace a fare shopping: un paio di cose per la casa, la spesa da Safeway e, cosa più importante, giacca e pantaloni da sci, più maschera e berretto. Sono quasi pronto per andare a sciare (ho solo dimenticato i calzetti che spero di recuperare in settimana, visto che per sabato il tempo sembra buono).
Il Ram con cui sono andato in giro l'ultimo weekend

In settimana vedo di organizzarmi: l'ostacolo più grande è il trasporto per cui devo vedere se posso usare una macchina della società o se c'è qualcuno che va e che mi dà un passaggio. Posso anche mettere le benzina, visto che qui costa l'equivalente di 0.94€/litro.

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina